Milano

Area Expo: il futuro entro novembre

"Abbiamo fatto una riunione sul futuro dell'area Expo con tutti i soci di Arexpo, definendo un cronoprogramma preciso nei tempi, compatibile anche con i tempi del Bie, e anche un'ipotesi di contenuti che mi soddisfa molto, con il campus universitario, con strutture sportive per gli studenti e anche con il trasferimento di uffici finanziari, perché quel terreno deve avere una funzione pubblica, al servizio di Milano e della Lombardia". Lo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni.

L'Edicola della Caritas

Iniziando a percorrere il Decumano, nei pressi dell'ingresso ovest, sulla destra appare al visitatore una piccola struttura, tutta bianca, con la scritta 'CARITAS', al di là di un prato verde interrotto dai vialetti per l'accesso e l'uscita dall'edificio. Appena ci si avvia sul vialetto di ingresso, si nota sull'erba verde un numero, 000, realizzato con i sassolini bianchi, con un fiore piantato al centro, che dal 19 maggio, giorno del Caritas Day, ha sostituito il precedente 805.

Caritas: un Expo anti spreco

«Vogliamo che Expo diventi il banco di prova per sviluppare un piano anti spreco. Abbiamo cominciato a farlo in questi giorni firmando un accordo con Coop per recuperare e ridistribuire le eccedenze alimentari che si producono nel supermercato che hanno aperto nel sito. Stiamo studiando il modo per allargare questo accordo anche ad altri soggetti che operano in Expo per continuare anche quando l’esposizione sarà finita. In qualche modo vorremmo che proprio la lotta allo spreco diventi l’eredità di Expo».

'NoiExpo': sfoglia l'esposizione

Due grandi testate, una grande collaborazione per un grande evento lungo sei mesi. In occasione di Expo2015, Avvenire e Famiglia Cristiana, con il sostegno dell’Ufficio comunicazione Chiesa in Expo, lanciano NoiExpo, il primo mensile gratuito dedicato interamente ai temi dell’esposizione universale di Milano.

Trenord in viaggio verso Rho - Fiera

Ben 379 corse giornaliere per collegare la Lombardia alla stazione di Rho Fiera. Praticamente un treno ogni 3 minuti per un’offerta complessiva quotidiana di 180 mila posti. Trenord viaggia verso Expo 2015 e lo fa appunto con un incremento importante e significativo del trasporto, per essere ancor più vicino alla popolazione, al territorio e a quanti vorranno visitare l’esposizione universale del capoluogo lombardo. Ma vediamo nello specifico cosa prevede l’offerta di potenziamento: innanzitutto ecco l’istituzione della nuova linea suburbana S14 che unirà Milano Rogoredo a Rho (P.

La Locarno - Milano - Venezia

Sottoscritto il 24 aprile a Luino il protocollo d’intesa tra il Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi e il Comune di Luino per lo sviluppo dell’Idrovia Locarno-Milano-Venezia.  Al centro dell’accordo il programma per lo sviluppo e la valorizzazione dei territori, con particolare attenzione rivolta al patrimonio idrografico e ai collegamenti navigabili dalla Svizzera al lago Maggiore sino a Milano. Certamente un tassello importante e fondamentale di ripristino delle infrastrutture, per rendere nuovamente possibile la navigazione dell’Idrovia da Locarno sino a Milano.

Un 'Cruscotto' per le... emergenze

Si chiama ‘Cruscotto Emergenze’ ed è il piano di comunicazione per Expo sottoscritto al centro operativo misto della Polizia locale di Milano. Il nuovo sistema voluto e messo a punto da Regione Lombardia, in accordo con la Prefettura, consente di condividere informazioni con tutti gli enti coinvolti tramite il monitoraggio continuo del territorio e, nella gestione di un’emergenza, offre la possibilità di coordinarsi e avere dati comuni in tempo reale.

"Ciao a tutti... sono Foody"

Tutti i temi fondanti assieme in chiave positiva, originale ed empatica. “Ciao... sono Foody”, la mascotte di Expo Milano 2015, simbolo di comunità, diversità e del cibo inteso nella sua accezione più estesa, fonte di vita e di energia. Per questo è costituito da una famiglia di 11 elementi che riuniti in un volto unico rappresentano l’ideale sinergia tra i Paesi del mondo.

"Volontaria per accogliere il mondo"

Sono quasi 7.000 i lavoratori che quotidianamente permetteranno ad Expo di funzionare: tra essi, moltissimi sono giovani volontari che, o gratuitamente per alcuni giorni o settimane, o tramite il Servizio Civile Nazionale garantiranno il buon funzionamento di tutta la ‘macchina’ dei padiglioni e dei Cluster. Tra i tanti ragazzi presenti, alcuni sono del nostro territorio, veri e propri ‘ambasciatori’ in Expo dei nostri paesi.

Pagine