Children Park

Non direttamente affacciata al Decumano, ma visibilissima per chi sceglie di percorrere il sito espositivo con la navetta, in quanto la strada vi gira intorno, è l'area dedicata ai bambini. Il Children Park, con le sue otto installazioni distribuite a costituire un 'angolo', è sorto con l'intento educativo Expo - Children Parkdi far apprendere ai bambini il concetto di sostenibilità del pianeta. Un parco gestito dal Comune di Milano, in collaborazione con la D.O.C., cooperativa torinese di progettazione educativa, ideato da Reggio Children, che aiuta a scoprire le relazioni tra esseri umani, piante e animali, attraverso bellissime esperienze multisensoriali sul tema di Expo 2015, interessando, incuriosendo e divertendo i bambini e i loro genitori, oltre ai gruppi e alle scuole con il loro accompagnatori.

Attraverso le otto installazioni interattive, costituite da piattaforme Expo - Children Parke coperture in legno attrezzate a sostegno delle diverse attività, per mezzo di una comunicazione per immagini, i bambini possono riconoscere i profumi del cibo giocando con le erbe aromatiche, apprendere il valore dell'acqua, viaggiare nel regno animale e vegetale fra micro e macrocosmo, entrare in una relazione empatica con gli alberi, sperimentare effetti inaspettati dell'energia, scrivere e lanciare messaggi per tutto il pianeta.

Una divertente esperienza che si svolge, quindi, Expo - Children Parkin otto tappe all'aria aperta, all'interno di uno spazio verde pensato per loro, con siepi e qualche albero di limoni e mandarini, rallegrato da vivaci animaletti stilizzati, adatta ai bambini di tutte le età e dove in ogni postazione ci sono dei responsabili che li aiutano, spiegando cosa bisogna fare per interagire con il percorso.

La prima postazione, denominata 'campane aromatiche', è legata al senso dell'olfatto: i bambini entrano sotto sei 'campane', di cui due Expo - Children Parkgialle, due rosa e due verdi, che diffondono odori di melissa, basilico, salvia, timo, menta, origano e rosmarino, cercando di indovinarne il profumo, per poi schiacciare il pulsante sotto alla pianta esatta.

La seconda, chiamata 'goccia a goccia', è legata all'acqua e alle piante: ad ogni bambino viene dato un recipiente a forma di imbuto, però chiuso in basso, dove raccogliere l'acqua che cade dai tubicini sospesi in alto, man mano che si illuminano, che simulanoExpo - Children Park la pioggia, per versarla in una bacinella trasparente sulle piante in vasi ovali, sostenuti da pilastrini in tondo, creando una suggestiva nuvola di vapore.

Si giunge poi al gioco interattivo 'dal micro al macrocosmo', in cui i bambini imparano le differenze di peso tra loro e i vari animali. Salendo su dei cerchi colorati sul pavimento, che in realtà sono delle bilance, i bambini scoprono che la somma dei loro pesi corrisponde Expo - Children Parkad esempio a quella di 89 gatti, 6 canguri e 16 delfini oppure a 7 serpenti, 957 cavallucci marini e a 1.000 pettirossi. Il divertimento prosegue osservando il video dove un cartone animato racconta la storia di un seme che diventa albero, mentre in un altro viene raccontata la storia dell'acqua, che scende nel rubinetto, scorre nei fiumi e va al mare, per poi divenire una nuvola, da cui scende la pioggia.

La quarta tappa, denominata 'la piazza nel parco', è unExpo - Children Park luogo dove incontrarsi e sostare, con panchine per i genitori, e dove i bambini, oltre a riposarsi, possono osservare un video sulla natura e sui progetti del Children Park e dove possono apprendere alcune tecniche creative, come l'origami.

Proseguendo nel percorso si arriva alla tappa 'il pulsare della vita', dove sono collocati sette schermi interattivi per entrare in relazione con gli alberi, dove i bambini si vedono proiettati proprio come se Expo - Children Parkfossero degli alberi, dove l'immagine, grazie a dei sensori, cambia variando i movimenti. Ad esempio, se si spalancano le braccia, si vedono i rami che crescono dal tronco verso l'alto, mentre se si abbassano i rami cadono verso terra. Sul pavimento, in due cerchi al centro vi sono proiettati due laghetti con ninfee, dove vi sono i pesciolini rossi che si avvicinano ai piedi quando si sale sul cerchio.

Prima di giungere alla sesta postazione, si incontra Expo - Children Parkun cilindro a specchio, dove si può scattare una foto alla buffa immagine riflessa. Con il nome di 'energia a pedali', l'installazione invita i bambini a pedalare sulle bici collocate in tondo, producendo energia e sollevando dei getti d'acqua, accompagnati dalla musica, dalla fontana al centro. Più bambini pedalano insieme e più i getti sono alti e numerosi, dove la collaborazione tra di loro produce effetti spettacolari. Ovviamente le bici sono in vari modelli e misure, e non manca addirittura qualche triciclo per i più piccoli.

Nella settima postazione, chiamata 'pesca di messaggi planetari', ogni bambino con una canna da pesca a cui è fissata una calamita, raccoglie una pallina di plastica da una vasca con l'acqua che con degli Expo - Children Parkeffetti speciali si tinge in vari colori. La pallina contiene un disegno o un messaggio lasciato da un altro bambino, che si può portare a casa, come ricordo della visita. A sua volta, ogni bambino può scrivere un proprio messaggio per un bambino sconosciuto che verrà in seguito in visita al Children Park, da inserire in una pallina, da 'imbucare' in uno dei tre contenitori predisposti, che verrà poi 'sparato' dagli altri tre contenitori al centro della vasca.

Nell'ultima postazione, chiamata 'orto gigante', formata da coloratissimi ortaggi giganti, tra cui peperoni, melanzana, carota e pomodori, ci si può divertire ad arrampicarsi insieme agli altri bambini.

Quella che viene svolta nel Children Park di Expo è davvero un'entusiasmante avventura, non solo per i bambini ma anche per i loro accompagnatori, in quanto rappresenta un modo costruttivo di stare insieme e divertirsi.

 

 

Posizione: